ARA

Project ARA è purtroppo un progetto abbandonato, è riuscito comunque a catturare l’attenzione di moltissimi utenti.  Più di un utente, infatti, è molto curioso di sapere come sarebbe stato questo dispositivo. Questo articolo ha lo scopo di mostrarvi le foto del primo prototipo di Project ARA.


ARA

Project ARA – Un progetto abbandonato

Il progetto è stato ufficialmente cancellato. Nonostante questo può essere interessante vedere il primo prototipo realizzato interamente del dispositivo. A giudicare dall’aspetto sembra abbastanza chiaro il motivo per cui sia stato abbandonato: non è così bello come ce lo saremmo aspettato.

Caratteristiche tecniche

  • Display: 5,46 pollici con risoluzione 1920×1080 pixel
  • Processore Qualcomm Snapdragon 810
  • RAM: 3 GB;
  • Capacità interna: 32 GB;
  • Connettività: WiFi, Bluetooth 4.0 LE, NFC;
  • Sensori: GPS, barometro, di illuminazione, giroscopio, di prossimità,    accelerometro, magnetometro, di pressione, di gravità;
  • Batteria: 3.450 mAh;
  • Jack audio da 3,5 mm, porta USB Type-C.

ARA

Aspetto del dispositivo

Lo smartphone modulare presenta una base metallica sulla quale poggiano il display e gli altri componenti interni non rimovibili. Sulla parte posteriore della base metallica sono presenti vari connettori per connettere i moduli. Per chi non lo sapesse, lo scopo dei moduli è quello di permettere agli utenti di modificare il dispositivo a proprio piacimento in base alle esigenze.

L’idea iniziale era proprio questa, permetterci di modificare il dispositivo in base alle funzionalità che più possono servirci oppure in base ai nostri gusti personali.

ARA

Il confronto

Il team di Phandroid ha messo a disposizione le foto che sono presenti in questo articolo. Il dispositivo modulare è stato messo a confronto ad HTC 10. Ciò ha reso evidente quanto sia spesso e grande il dispositivo Google rispetto ad un comune smartphone recente.

ARA

Probabilmente la versione commerciale avrebbe dovuto essere diversa da questa, ma, come già accennato, è possibile che lo scarso design del dispositivo abbia dissuaso Google a continuare il progetto.

ARA

FONTEPhandroid
CONDIVIDI
Studente universitario da sempre interessato alla tecnologia e all'innovazione.