Jiazy DZ09
Ecco la recensione dello Jiazy DZ09, uno smartwatch davvero economico, quasi sconosciuto ai molti che fa del suo punto forza il prezzo: circa 20€!

L’idea è di cercare di capire quanto siano utili veramente gli smartwach e se vale veramente la pena spendere 200€-300€ per un dispositivo per molti inutile.


UNBOXING & CONFEZIONE

Partiamo subito dal contenuto della confezione, che è molto minimale, e ben costruita. All’interno troviamo:

  • lo smartwatch
  • il cavetto USB-microUSB per la ricarica
  • una manualistica in Cinese e in Inglese
  • una pellicola protettiva per lo schermo

Come possiamo vedere il contenuto è scarno in linea con quello degli altri dispositivi del genere.

Jiazy DZ09DESIGN e COSTRUZIONE

Il design si rifà molto alla prima versione del Gear di Samsung, abbiamo infatti un display quadrato da 1,56 pollici un pulsante home in basso e la fotocamera da 2mp in alto.
Il tutto incastonato in una cornice in alluminio, abbastanza resistente che non presenta segni di particolare usura, neanche dopo due settimane di utilizzo intenso, segno che la cura nella costruzione non è stata lasciata al caso.

Il retro dello smartwatch è in plastica, abbastanza scadente.
Abbiamo poi un cinturino in gomma abbastanza morbida, che ne rispecchia comunque il prezzo a cui è venduto.

Da possessore di uno Moto 360 di prima Generazione devo dire che il design non si può nemmeno paragonare, ma bisogna anche dire che le due fasce di prezzo sono assolutamente diverse per questo nel complesso lo reputo un buon design.

HARDWARE

Partiamo con le specifiche:
– Display TFT LCD da 1,56 pollici con risoluzione 240×240 pixel
– CPU: MTK6269
RAM: 128 MB
– Memoria interna: 64 MB esplandibile fino a 32 GB tramite MicroSD
– Fotocamera 2Mp
Batteria 380 mAh
– slot per la microSIM

Come possiamo vedere non sono molto esaltanti, ma bastano per avere una interfaccia fluida e utilizzabile durante la giornata.
Il display non è di ottima qualità ma risulta ben visibile in ambienti chiusi, un pò meno in quelli esterni sotto la luce diretta del sole. In ogni caso dalle impostazioni possiamo regolare la retroilluminazione per tararlo meglio rispetto alle nostre esigenze.

SOFTWARE

Il sistema operativo è proprietario è mostra una personalizzazione minima, se non del tutto inesistente. Abbiamo 3 WatchFaces che possiamo intercambiare con un tocco semplicemente.

Sulla Home abbiamo due collegamenti rapidi ai contatti e al Dialer per le chiamate, sotto due voci ci porteranno al menu o all’interno delle impostazioni.
Il menu è semplice, 4 icone per schermata, che si possono scorrere da destra a sinistra o viceversa.

Due sono le modalità di utilizzo:

La prima tramite bluetooth associato al nostro smartphone che tramite l’applicazione Bluetooth Notifier ci invierà le notifiche direttamente sul nostro smartwatch. Ci tengo a precisare che potremo soltanto vedere che applicazione ci ha notificato, ma non potremo interagire con le notifiche stesse, per rispondere o cancellarle.

Le chiamate Bluetooth invece sono ottime, lo speaker si sente bene anche in ambienti abbastanza rumorosi, e dall’altra parte ci sentono bene, segno che il microfono integrato funziona discretamente.

Tra le applicazioni interne abbiamo: un file manager, la galleria, la sveglia, il calendario, la calcolatrice, un registratore di suoni, un player audio, per riprodurre la musica dalla microSD e l’applicazione della fotocamera che ci permette di fare scatti a 2 mp, che non sono nulla di eccezionale, anzi!

Abbiamo poi il pedometro, abbastanza preciso, un applicazione per il monitoraggio del sonno, e una che ci ricordi quando siamo poco attivi.

La seconda modalità di utilizzo è nella modalità Autonoma, in cui grazie all’introduzione di una microSIM saremo in grado di utilizzare lo smartwatch come un vero e proprio dispositivo autonomo. In questo caso avremo accesso oltre che alle chiamate e ai messaggi anche a 4 applicazioni esclusive per questa modalità che sono il browser per navigare su internet, Whatsapp, Facebook e Twitter.

Devo però dire che l’autonomia in questa modalità scende molto in fretta di conseguenza risulta poco comoda ed efficace, se dobbiamo caricare lo smartwatch tutti i giorni o addirittura più volte al giorno. Per questo motivo non l’ho apprezzata moltissimo. Può essere utile nel caso in cui vogliate farvi una corsa di un’ora e non volete portarvi il telefono dietro ma volete comunque essere reperibili, in questo caso devo dire che risulta davvero comodo.

AUTONOMIA

L‘autonomia come accennato poco fa è di una giornata circa con l’utilizzo di una microSIM inserita, mentre sale notevolmente se lo utilizzeremo con il Bluetooth infatti arriviamo a circa 4-5 giorni di utilizzo medio. Niente di eccezionale vero ma è comunque sopra la media.

CONCLUSIONI: PRO\CONTRO

Partiamo dai CONTRO, manca un sensore di battito cardiaco, che ne avrebbe aumentato le funzionalità e le potenzialità, manca poi l’impermeabilità secondo me essenziale, visto che spesso vogliamo quasi dimenticarci dei dispositivi che abbiamo al polso, inoltre ho trovato davvero scomodo il sistema di notifiche che poteva essere leggermente migliorato per offrire qualche interazione in più, effettivamente è la funzione più utilizzata di conseguenza ci avrei dedicato più cura.
Passiamo ora ai PRO: troviamo subito il design che non è brutto come su altri smartwatch a questo prezzo anzi risulta gradevole alla vista. Abbiamo poi la microSIM, un plus non da poco se andiamo spesso a correre e non vogliamo portarci lo smartphone, e per finire il PREZZO, Solo 20€, può considerarsi uno dei migliori dispositivi in questa fascia e se siete interessati a provare un dispositivo indossabile, e quindi partire da qualcosa di così economico è un buon inizio, per questo lo consiglio assolutamente.
Insomma un dispositivo così e così ma che con il prezzo a cui viene offerto può essere sicuramente un buon prodotto per chi non ha troppe pretese.
Se volete acquistarlo vi lascio il link su Amazon.it con spedizione Prime vi viene a costare 20€:

Aggiornamento:

Il costo del dispositivo è salito a 30€ circa, ma il discorso esposto nella recensione vale anche ancora anche in questo caso, rimane comunque un buon prezzo per l’acquisto.

CONDIVIDI
Sono un appassionato del mondo Android, ho studiato informatica ed elettronica. Possedevo il Galaxy Nexus e attualmente possiedo il Nexus 7 ed il Nexus 5.